Come aumentare la sicurezza di un ERP in cloud

Come aumentare la sicurezza di un ERP in cloud

La sicurezza è molto importante e ciò è particolarmente vero quando ci troviamo di fronte ad importanti violazioni dei dati aziendali. In mezzo a tutto questo, sono nate diverse richieste di una sicurezza maggiore più profonda e solida quando si parla di ERP in cloud, dal momento che è ovvio che le realtà aziendali si stanno spostando verso il mondo del cloud e allontanando di conseguenza dalle operazioni on-premise.

Abbiamo quindi pensato di provare a dare un’idea del futuro stato di sicurezza all’interno e intorno al mondo degli ERP in cloud, ipotizzando alcune delle minacce informatiche e la soluzione ideale per risolvere il problema.

Monitorare gli incidenti

Come ci si potrebbe aspettare, i concetti di sicurezza di un ERP in cloud associati al monitoraggio attivo saranno necessariamente elementi critici in futuro. Ciò suggerisce che la risposta più ovvia sarà quella di garantire che eventuali violazioni possano essere identificate in anticipo, ma anche di applicare vari set di strumenti automatizzati che si prestino non solo a fermare un attacco, ma anche a indicizzare e respingere completamente una minaccia in tempo reale.

Anche se questo sembra un approccio ragionevolmente semplice in teoria, esistono sfide nel caso di attività di dati eccessivamente filtrati, che possono creare rallentamenti delle prestazioni e creare più difficoltà di quanto valgano. 

Rispondere all’incidente

Nel contesto delle informazioni precedenti, le risposte effettive alle minacce dovranno essere sia “intelligenti” che velocissime. Ciò suggerisce che i provider di rete stanno pianificando di sfruttare qualsiasi automazione venga in primo piano, in particolare dal momento che la generazione odierna di set di strumenti automatizzati è già stata implementata.

Questi tipi di sistemi offrono livelli intrinseci di automazione e migliorati ulteriormente quando sono supportati da configuratori derivati ​​da DevOps come Docker, Puppet e Chef. Tuttavia, sebbene esistano grandi opportunità, sono presenti anche grandi rischi, dal momento che le minacce stanno diventando “più intelligenti”, il che a sua volta significa che qualsiasi sistema automatizzato dovrà rispondere in modo altrettanto “intelligente”.

Riconoscere i modelli migliorati

Dopo aver evitato sistemi di sicurezza ERP in cloud eccessivamente onerosi e limitanti, una delle soluzioni alternative a questa soluzione di pura automazione prevede il miglioramento di varie utilità di riconoscimento dei modelli in grado di identificare probabili minacce prima che prendano piede. Questi tipi di processi possono essere utilizzati come soluzioni di micro o macro processi, a seconda delle particolari esigenze aziendali.

Infine, allo stesso modo in cui si applica il riconoscimento dei modelli, anche il comportamento delle minacce può essere identificato, indicizzato e archiviato di conseguenza, quindi integrato all’interno di una o più utilità che osservano, orientano, decidono e agiscono automaticamente al fine di uccidere le minacce prima che possano causare un completo culatta. Queste capacità si prestano facilmente anche a vari collegamenti di codice che sono intrinseci alla maggior parte delle reti pubbliche odierne o dei configuratori di sistemi. 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leggi i nostri ultimi articoli