Migrazione a Microsoft Azure Cloud: cosa sapere

Migrazione a Microsoft Azure Cloud: cosa sapere

Il cloud computing sta senza dubbio lasciando un segno nel mondo degli affari grazie all’efficienza dei costi, alla flessibilità, ai livelli di prestazioni elevate, alla scalabilità e alla solida sicurezza che promette. Secondo un recente rapporto di mercato, il valore del mercato globale del cloud computing dovrebbe raggiungere i 623,3 miliardi di dollari entro il 2023.

Microsoft Azure Cloud è tra le principali piattaforme di cloud computing che hanno contribuito alla rapida crescita di questo cloud computing. Ecco perché le organizzazioni di tutto il mondo stanno effettuando il passaggio da locale a Microsoft Azure Cloud in massa. Questo articolo approfondirà tutto ciò che è necessario sapere durante la migrazione dall’infrastruttura locale legacy al cloud di Microsoft Azure.

Strategie di migrazione al cloud di Microsoft Azure Cloud

La migrazione delle operazioni aziendali dai data center locali a Microsoft Azure Cloud è un investimento intelligente sia per il risparmio immediato sui costi e il ROI, sia per la scalabilità e la sicurezza future. Tuttavia, prima di migrare al cloud, è essenziale determinare e comprendere l’approccio che la tua azienda dovrebbe adottare durante il processo di migrazione al cloud. Queste sono le strategie di migrazione Microsoft Azure più comuni che puoi utilizzare:

Rehosting

Il rehosting o “lift and shift” è una strategia di migrazione che consente di migrare le applicazioni esistenti così come sono nel cloud di Azure cambiando host. La strategia consente di sostituire l’infrastruttura in locale con l’infrastruttura cloud senza modificare l’architettura IT.

In tal modo, sollevi l’intera operazione aziendale e, di conseguenza, la rilasci nel nuovo ambiente di hosting. Sebbene il rehosting sia economico e veloce, il suo svantaggio è che non aggiorna i tuoi sistemi. Pertanto, sarebbe l’ideale aggiungere funzioni scalabili per migliorare l’esperienza dell’utente.

Scenario tipico:

Se disponi di applicazioni mission-critical che vengono eseguite su server locali e sono necessarie aggiornamenti hardware o semplicemente trovi che le prestazioni o la sicurezza non siano ideali. Un rehosting lift and shift è un modo rapido per sfruttare i vantaggi immediati dei server cloud di Azure. Dovresti semplicemente avviare un server cloud con le specifiche di cui hai bisogno e copiare la tua applicazione e sei a posto. Un ulteriore vantaggio è che se l’applicazione non viene utilizzata durante le ore di riposo, è possibile sospendere il server Azure Cloud quando non è in uso e risparmiare ancora di più. Allo stesso modo, se prevedi un carico maggiore di utenti sull’applicazione, puoi aggiungere più potenza di calcolo con il semplice clic di un pulsante e quindi rilasciarlo nuovamente quando non è necessario.

Refactoring

Se la tua applicazione è obsoleta, devi ricostruirla da zero per usufruire dei vantaggi del cloud computing. Il refactoring della strategia di migrazione al cloud ti consente di apportare piccole ma essenziali modifiche al codice alla tua applicazione per sfruttare i vantaggi della scalabilità automatica. Tuttavia, la ricostruzione della tua applicazione sull’infrastruttura cloud esistente rende la tua infrastruttura IT dipendente dal cloud.

Sebbene la strategia di migrazione al cloud di refactoring richieda molto tempo, ti consente di risparmiare denaro nel tempo consentendoti di utilizzare solo le risorse di cui hai bisogno in un determinato momento.

Ripiattaforma

La sostituzione della piattaforma o “lift-tinker-and-shift” è simile al rehosting, solo che devi apportare alcune modifiche all’applicazione per migliorare le operazioni future prima di spostare i dati nel cloud. Questa strategia di migrazione del cloud ti consente di apportare alcune ottimizzazioni del cloud per ottenere vantaggi tangibili senza modificare il codice o l’architettura di base della tua applicazione.

La nuova piattaforma ti consente di risparmiare il tempo che dedichi alla gestione delle istanze di database consentendoti di migrare la tua applicazione su una piattaforma database-as-a-service o su una piattaforma completamente gestita.

Elenco di controllo per la migrazione di Microsoft Azure Cloud

Sebbene il completamento del processo di migrazione da locale a Microsoft Azure Cloud possa essere interessante, particolari sfide di pianificazione potrebbero mettere a repentaglio l’intero processo. Ecco perché dovresti elaborare un piano ben congegnato e prepararti adeguatamente prima di intraprendere il processo di migrazione. Questo elenco di controllo per la migrazione di Microsoft Azure ti aiuterà a prepararti e pianificare in modo efficace il tuo primo passo nella migrazione al cloud.

Sviluppare una strategia e un piano aziendale

Quando si pianifica la migrazione da locale a Microsoft Azure, è fondamentale sviluppare una strategia e un piano aziendali. Innanzitutto, identifica e contatta gli stakeholder chiave della tua organizzazione, come sponsor esecutivi, stakeholder aziendali e personale IT. L’allineamento di queste parti interessate chiave garantisce che il processo di migrazione al cloud si svolga in modo più fluido e veloce.

In secondo luogo, trova il partner cloud giusto con cui collaborare per colmare il divario nelle responsabilità e nelle competenze del tuo team IT. A sua volta, valuta la disponibilità della tua organizzazione per la migrazione al cloud e determina le aree chiave che richiedono attenzione. Quindi crea una strategia aziendale e un piano con tempistiche e stime dei costi.

Preparati per la migrazione al cloud

Affinché la migrazione al cloud sia efficace nella tua organizzazione, il suo team IT deve prepararsi per la migrazione al cloud. Pertanto, dota il tuo team IT delle competenze Microsoft Azure necessarie in modo che possa abituarsi presto ai sistemi.

Inoltre, scopri e valuta le tue applicazioni locali per comprendere la loro dipendenza da locali e altre integrazioni, i costi stimati, il dimensionamento consigliato e la disponibilità ad Azure. Di conseguenza, determina la migliore strategia di migrazione al cloud da utilizzare più adatta alle esigenze della tua organizzazione.

Impara, ottimizza e migliora

Dopo aver sviluppato una strategia aziendale e aver preparato la tua organizzazione per la migrazione al cloud, devi testare il successo della migrazione al cloud sperimentando alcuni carichi di lavoro a bassa complessità. Usa Azure Migrate per pilotare la tua migrazione assicurandoti di non incidere sui tuoi computer locali. Assicurati di spegnere le macchine durante il cutover per eliminare la perdita di dati e i tempi di fermo.

Inoltre, usa Azure Arc, Azure Advisor e Azure Cost Management per imparare a proteggere, gestire e ottimizzare gli ambienti cloud, perimetrali e locali. Quindi monitora e migliora la sicurezza del tuo ambiente cloud e locale leggendo le best practice per la sicurezza e la gestione di Azure.

Registrati alla nostra Newsletter.

Riceverai una sola email al mese ricca di novità, tutorial sulla produttività e risorse sul mondo Microsoft.

Chiama ora lo
02 2952 1765

O fatti chiamare da noi

Devi cambiare o implementare un ERP o un CRM in azienda?

Siamo Silver Partner Microsoft